zash
Dagli anni trenta appartiene alla famiglia Maugeri, quando Giuseppe Maugeri ne acquistò la proprietà da don N’zinu d’Amico. Una casa di vacanze tardive, di fine estate, per via del lavoro di vendemmia.
Il fondo ospitava già un vigneto e un agrumeto, che poi prese il sopravvento quando, negli anni sessanta si abbandonò la coltivazione della vite per esplicitare meglio la vocazione di questo territorio, che a bassa quota e vicino al mare, si esprime meglio nella coltivazione di limoni e agrumi.

Oggi con la realizzazione di Zash, la casa padronale, il palmento e la rinascita del giardino, si ridà vita a quegli spazi “di un tempo” caricandosi di nuove prospettive tutte dedicate agli ospiti.
« chiudi